fbpx

federbasket

  • 30 Nov
    Tribunale Federale FIP: violazioni relative al tesseramento

    Tribunale Federale FIP: violazioni relative al tesseramento

    Con C.U. n. 837 del 21.11.2018 il Tribunale Federale della Federazione Italiana Pallacanestro ha applicato un provvedimento di inibizione rispettivamente al presidente ed al dirigente di una società sportiva affiliata alla Federazione per avere questi messo in atto violazioni relative al tesseramento di un atleta minorenne, su deferimento della Procura Federale.

    Nello specifico, il dirigente si adoperava nel preparare tre diverse anagrafiche e corrispondenti pratiche di tesseramento riportando nazionalità e cittadinanze differenti – tutte comunitarie – al fine di poter tesserare immediatamente l’atleta e di impiegarlo in gare ufficiali, nonostante lo stesso fosse extracomunitario.

    Il dirigente riceveva dunque una inibizione di mesi otto per essersi personalmente occupato del tesseramento fornendo dati anagrafici non corrispondenti al vero, mentre il presidente riceveva un’inibizione di mesi sei per aver omesso di effettuare il dovuto controllo della procedura di tesseramento dell’atleta posta in essere dal suo dirigente.

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 20 Nov
    FIP: Ipotesi di doppio tesseramento

    FIP: Ipotesi di doppio tesseramento

    Con C.U. n. 483 del 23 ottobre 2018 il Tribunale Federale della FIP intervenendo nel procedimento disciplinare avviato a carico di un tesserato responsabile di aver sottoscritto un contratto di prestazione sportiva con un’affiliata tacendo di essere tesserato con un diverso codice fiscale per altra società, ha applicato al giocatore la sanzione dell’inibizione per tre mesi rilevando che la responsabilità del tesserato è emersa chiaramente considerato che quest’ultimo nonostante fosse a conoscenza dell’erronea indicazione del codice fiscale nel nuovo tesseramento ha sottaciuto la circostanza determinando così presso gli Uffici Federali una situazione di doppio tesseramento in capo ad un medesimo soggetto in danno del sodalizio di originaria appartenenza. (Mastroddi/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 09 Nov
    FIP: Presunta violazione del ne bis in idem

    FIP: Presunta violazione del ne bis in idem

    Con C.U. n. 482 del 23 ottobre 2018 il Tribunale Federale della FIP ha inflitto la sanzione dell’inibizione di tre anni ai danni di un allenatore responsabile di aver impartito precise disposizioni ai propri giocatori per perdere un incontro falsando l’esito della gara. Il Tribunale inoltre pronunciandosi sull’eccezione preliminare sollevata dagli incolpati che ritenevano violato il principio del ne bis in idem in quanto già sanzionati con comunicato del Giudice sportivo regionale, non ha accolto l’eccezione precisando che le sanzioni comminate dal giudice sportivo sono tutte conseguenze dirette e previste dai vigenti regolamenti dell’omologazione della gara mentre questo procedimento, “come prevede l’art. 106 RG, scaturisce da un atto di deferimento della procura federale che, ravvisata la violazione di norme, ha correttamente ritenuto di porre all’attenzione del Tribunale i comportamenti di tesserati e affiliate perché ne venissero valutati i comportamenti al fine di assumere i consequenziali eventuali provvedimenti”. (Patera+altri/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 26 Ott
    FIP: Responsabilità per mancata adozione delle misure di sicurezza e protezione

    FIP: Responsabilità per mancata adozione delle misure di sicurezza e protezione

    Con C.U. n. 175 del 25 settembre 2018 il Tribunale Federale della FIP esprimendosi in merito al deferimento proposto dalla Procura Federale nei confronti del Presidente di un’affiliata responsabile di non aver adottato tutte le misure di sicurezza e prevenzione atte a proteggere l’incolumità dei tesserati della squadra ospite in conseguenza di un tentativo di aggressione posta in essere da un gruppo di tifosi, ha ritenuto fondato il deferimento, seppur riconoscendo una serie di attenuanti generiche, precisando che “pur infatti riconoscendo come l’operato della società [omissis] sia stato formalmente corretto, ovvero come siano state adottate numerose misure ed accortezze idonee senza dubbio a ridurre il rischio di incontri, ovvero di scontri, tra la tifoseria e la squadra ospite […] appare tuttavia evidente come l’evento in sé, a prescindere dall’avvenuta aggressione o dal mero tentativo, sia indice del fatto che tali misure non siano state da sole sufficienti e assolutamente in grado di impedire, ovvero prevenire, quanto poi si è verificato”. (Di Cola/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 11 Ott
    FIP: Condotta minacciosa e condivisione del profilo Facebook

    FIP: Condotta minacciosa e condivisione del profilo Facebook

    Con C.U. n. 172 del 21 settembre 2018 il Tribunale Federale pronunciandosi sul deferimento proposto a carico di un dirigente di un’affiliata responsabile di non aver impedito o comunque controllato il contenuto di un messaggio dai toni minacciosi inviato dal servizio di messaggistica istantanea Facebook per il tramite di un account condiviso con la moglie, Presidente dell’affiliata, ha ritenuto di non dover assumere alcun provvedimento nei suoi confronti precisando che la semplice condivisione del profilo Facebook utilizzato per l’invio del messaggio non può apparire elemento sufficiente per fondare la responsabilità del tesserato tenuto conto altresì della dichiarazione confessoria del Presidente che ha riconosciuto l’esclusiva paternità del messaggio, del cui invio il dirigente non era stato informato. (Pardini+Goleanu/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 28 Set
    FIP: Condotta lesiva dell’immagine professionale e del prestigio altrui

    FIP: Condotta lesiva dell’immagine professionale e del prestigio altrui

    Con C.U. n. 171 del 21 settembre 2018 il Tribunale Federale della FIP pronunciandosi sul deferimento proposto a carico di un tesserato responsabile di aver, nel corso di una telecronaca, rivolto frasi offensive dell’immagine e del prestigio dell’arbitro che si trovava sugli spalti durante la gara, ha applicato al deferito la sanzione dell’inibizione temporanea per violazione dell’art. 42 del Regolamento di Giustizia rilevando che “le espressioni rivolte nel corso della telecronaca, pur connotate da sottile ironia e non eccessivamente gravi, in ragione dei termini e dei toni utilizzati dal cronista, sono tuttavia lesive dell’immagine professionale e del prestigio [dell’arbitro] in primo luogo per il numero elevato di persone dinanzi alle quali tali offese sono state proferite; in secondo luogo per la presenza di giovani arbitri e del diretto interessato sugli spalti; e da ultimo per il fatto che il deferito non ha chiesto scusa”. (Bua/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 05 Set
    FIP: rilevanza delle circostanze attenuanti

    FIP: rilevanza delle circostanze attenuanti

    Con C.U. n. 789 del 19 febbraio 2018 la Corte Sportiva d’Appello della FIP pronunciandosi sul ricorso presentato da un’affiliata avverso il provvedimento di squalifica per una giornata comminata ad un proprio tesserato responsabile di aver, al termine di un incontro, mentre usciva dal campo, colpito in modo violento e plateale una sedia scaraventandola a distanza dal terreno di gioco, in parziale accoglimento del ricorso ha ridotto la sanzione all’ammonizione rilevando l’assenza di precedenti specifici a carico dell’atleta e che il comportamento contestato non è stato percepito dagli altri giocatori in campo, dagli altri tesserati presenti in panchina, dagli arbitri e dal pubblico sugli spalti. (Auxilium Torino/FIP).

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 27 Ago
    FIP: Irregolarità del tesseramento di un’atleta

    FIP: Irregolarità del tesseramento di un’atleta

    Con C.U. n. 82 del 2 agosto 2018 il Tribunale Federale della FIP pronunciandosi sul deferimento proposto a carico di una tesserata, Presidente di una società affiliata, responsabile di aver provveduto all’irregolare tesseramento on line di un’atleta minorenne in assenza del consenso della stessa e dei suoi genitori, e successivamente aver revocato il medesimo tesseramento solo oltre due mesi dopo, ha ritenuto fondato il deferimento per aver la tesserata violato i principi di lealtà e correttezza di cui agli artt. 2 e 44 del Regolamento di giustizia avendo creato forte disagio alla giocatrice che è riuscita a tesserarsi presso il club cui aspirava mesi dopo il suo arrivo in Italia senza poter nel frattempo allenarsi né giocare. (Musco/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 10 Ago
    FIP: Mancata autorizzazione al trasferimento della sede societaria

    FIP: Mancata autorizzazione al trasferimento della sede societaria

    Con C.U. n. 77 del 30 luglio 2018 il Tribunale Federale della FIP esprimendosi sul ricorso presentato da un’affiliata avverso la delibera assunta dal Consiglio Federale che rigettava l’istanza presentata per il trasferimento della sede legale societaria, nel medesimo comune di altro sodalizio sportivo, per ragioni di opportunità e di carattere economico/imprenditoriale, ha respinto il ricorso ritenendo immune da censure la delibera impugnata in quanto correttamente il Consiglio Federale ha applicato l’art. 148 del Regolamento Organico che stabilisce che “Non è possibile richiedere il trasferimento di sede presso un Comune in cui vi sia un’Affiliata partecipante allo stesso Campionato ad eccezione delle richieste effettuate da Società nazionali per trasferirsi in città capoluogo di Regione o di Provincia”. (Viola Reggio Calabria SSD /FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
  • 31 Lug
    FIP: Proscioglimento per mancanza di offensività della condotta

    FIP: Proscioglimento per mancanza di offensività della condotta

    Con C.U. n. 70 del 25 luglio 2018 la Corte Sportiva d’Appello della FIP pronunciandosi sul reclamo proposto da un’affiliata avverso il provvedimento di squalifica adottato a carico di un proprio tesserato responsabile di aver fatto un giro del campo al termine di una gara irridendo gli avversari e provocando la reazione del pubblico, dopo aver constatato che il giocatore al termine di ogni incontro è solito fare un giro del campo ed aver sentito l’arbitro che confermava aver visto il giocatore avvicinarsi ai tifosi avversari senza però fare alcun gesto particolare, ha mandato prosciolto il tesserato annullando la sanzione comminata. (Vanoli Cremona/FIP)

    Leggi il comunicato completo cliccando qui

    By Ufficio Stampa Giurisprudenza News ,
1 2 3 4