Tribunale Federale Nazionale figc

FIGC: Mancato adempimento obblighi invio “Rosa dei 25”

Con il C.U. n.30 del 18.10.2016 (dispositivo CU 22 CSA), la Corte Sportiva D’Appello sanciva come, l’adempimento dell’invio mediante PEC della Rosa dei 25, ovvero l’elenco dei 25 calciatori che possono essere impiegati dalle società professionistiche partecipanti al Campionato di Serie A, entro le ore 12:00 del giorno antecedente la disputa come disposto dal Com. Uff. della F.I.G.C. n. 84/A del 20.11.2014 non può essere sostituito dall’inserimento della lista nel sistema Extranet, sostenendo “che la trasmissione alla Lega di Serie A, a mezzo PEC, dell’elenco dei calciatori c.d. “eleggibili” e delle successive variazioni allo stesso, espressamente previsto dal Com. Uff. della F.I.G.C. n. 84/A del 20.11.2014, non costituisca affatto, come sostenuto dalla Società ricorrente, un’inutile duplicazione di adempimenti a carico di una società calcistica che abbia già provveduto a compilare l’elenco dei 25 ovvero, come nel caso che ci occupa, ad inserire la variazione utilizzando il sistema Extranet della stessa Lega di Serie A; al contrario, il predetto adempimento è finalizzato a rendere edotte non soltanto la Lega di Serie A ma le altre Società, le cui squadre partecipino al Campionato di Serie A, dei nominativi dei calciatori inseriti da ogni Società nella c.d. “lista dei 25”. (US Sassuolo / Pescara)

http://www.figc.it/Assets/contentresources_2/ContenutoGenerico/56.$plit/C_2_ContenutoGenerico_2534574_StrilloComunicatoUfficiale_lstAllegati_0_upfAllegato.pdf