avvocato ferrari basket dcf legal

Avv. Ferrari: “Nathalie Boy de la Tour? Il calcio mondiale si arricchisce di una figura femminile di spessore”

La Lega Calcio blues si tinge di rosa. Nathalie Boy de la Tour, infatti, è il nuovo Presidente dopo aver vinto un lungo testa a testa con l’ex CT Raymond Domeneque. Una vittoria netta (ha ottenuto quasi il 66% dei voti) per una candidata che ha saputo farsi apprezzare per le grandi doti manageriali, mostrate durante l’esperienza al Lione di Aulas che non ha esitato ad affidarle la gestione della Fondazione del club. In merito abbiamo intervistato l’Avvocato Federica Ferrari dello studio DCF Sport Legal.

Avvocato, una svolta per certi versi epocale quella che ha preso la Lega Calcio transalpina.

“Si tratta sicuramente di una bella notizia per l’intero movimento calcistico internazionale. Nathalie Boy de la Tour ha dimostrato di essere una manager preparata e non è un caso che sia riuscita ad avere la meglio su un avversario molto quotato come Domeneque, fortemente legato al calcio francese dopo quanto di buono fatto alla guida della nazionale”.

Un’altra donna che va a coprire una carica di prestigio dopo la nomina da parte di Gianni Infantino di Fatma Samaura come segretario generale.

“Sono passi significativi. Il mondo del calcio sta allargando i propri orizzonti. Qualche tempo fa mi ero augurata che l’elezione di Fatma Samaura fosse un primo passo verso qualcosa di nuovo e i fatti mi stanno dando ragione. Non dimentichiamoci dell’elezione di Evelina Christillin come rappresentante UEFA in seno al Consiglio della FIFA”.

Com’è la situazione in Italia?

“Per quanto riguarda i fatti di casa nostra, devo sottolineare con grande piacere la presenza dallo scorso anno di Alessandra Borgonovo come vicepresidente della Lega Pro. È una ragazza giovane, preparata, con un cognome importante, vista l’impronta lasciata dal padre Stefano. Diciamo che anche da noi qualcosa si sta muovendo, come dimostrato dal crescente interesse intorno al calcio femminile. Rispetto ad altre realtà siamo – forse – un passo indietro, ma l’ingegno e la fantasia per risalire la china non mancano. Bisogna avere solo un po’ di pazienza e voglia di lavorare”.

Come vedrebbe una donna alla guida della FIGC o di una lega professionistica?

“La nomina di Evelina Christillin da parte del Presidente Tavecchio rappresenta un primo passo in questa direzione. Ora sta a noi donne dimostrare di poter camminare in autonomia sul sentiero tracciato dal Presidente”.