fig logo notizie golf federgolf

FIG: normativa applicabile

Con C.U. n. 6 del 10.11.2016 il Tribunale Federale Nazionale è intervenuto a seguito di un ricorso presentato da due tesserati avverso una decisione della Commissione Professionisti la quale non aveva accolto la richiesta di esenzione alla prova di gioco sulla scorta delle norme de “Il Regolamento della Scuola Nazionale Professionisti Prova di Gioco” del 2016 contestando la decisione di primo grado in quanto giustificata su una normativa intervenuta successivamente alla presentazione del bando che quindi a dire dei ricorrenti doveva essere regolato dalle norme su il “Primo Corso d’Avviamento per la formazione di insegnanti professionisti di golf, Scuola Nazionale Professionisti” del 2015. Sul punto il Tribunale ha stabilito che “al riguardo non può essere invocata la diversa e più rigorosa disciplina dettata dal Bando del 2016 che, in quanto intervenuto successivamente, si presenta come tale inidoneo a disciplinare un iter, peraltro già concluso, che aveva la propria lex specialis in altro e diverso Bando, poiché – secondo il costante orientamento giurisprudenziale – la fonte da cui origina la disciplina concorsuale va individuata nell’assetto normativo primario o secondario vigente alla data di approvazione del bando: le norme sopravvenute, laddove contenenti prescrizioni diverse da quelle del bando, non sono idonee a modificare i criteri di gara già cristallizzati nella lex specialis (si veda, ex multis, Consiglio di Stato, III, 1 settembre 2014, n. 4449; idem V, 7 giugno 2016, n. 2433)“. (F. Bartolini e S. Bartolini / FIG)

http://www.federgolf.it/wp-content/uploads/2016/11/T.F.-6-2016.pdf