coni logo

CONI: Concreta determinazione della sanzione

Con Decisione n. 84 del 13 novembre 2017 il Collegio di Garanzia dello Sport del CONI pronunciandosi sul ricorso promosso da un tesserato avverso la decisione della Corte Sportiva d’Appello Territoriale che ha ritenuto il calciatore responsabile di condotta violenta nei confronti del direttore di gara, ha dichiarato inammissibile la censura sollevata dal tesserato in ordine all’eccessività della pena irrogata precisando che “la pretesa eccessività della sanzione irrogata nei confronti del ricorrente non può formare oggetto di censura, perché ciò significherebbe riconoscere a questo Collegio il potere di sostituirsi al Giudice che ha assunto la decisione impugnata nella determinazione della sanzione ritenuta più congrua”. (Cacchioli/FIGC)

Leggi il comunicato completo cliccando qui