Tribunale Federale Nazionale figc

FIGC: svincolo atleta non professionista

Con C.U. 11 del 14.04.2016 il Tribunale Federale Nazionale Sezione Tesseramenti ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso proposto da un atleta non professionista ai fini dell’ottenimento della revoca del tesseramento, in quanto, indipendentemente dal giudizio di merito della vicenda, “Il reclamo deve essere conforme alla procedura dell’art. 109 N.O.I.F. che prevede la tassativa richiesta di inserimento nelle liste di svincolo formulata dal calciatore alla società“. Il ricorso “per saltum” al TFN comporta, quindi, una totale irritualità della domanda ed una conseguente inammissibilità del ricorso. (CataniaPol D. Fregene)

http://www.figc.it/Assets/contentresources_2/ContenutoGenerico/10.$plit/C_2_ContenutoGenerico_2532028_StrilloComunicatoUfficiale_lstAllegati_0_upfAllegato.pdf