Fpi, Federazione Pugilistica Italiana

FPI: inammissibilità del ricorso e onere probatorio

Con Decisione n. 29 del 6 dicembre 2017 il Tribunale Federale della FPI pronunciandosi sul ricorso proposto da soggetto esercente la patria potestà di un minore tesserato avverso la decisione del Consiglio Federale con la quale veniva respinta l’istanza di trasferimento dell’atleta, ha dichiarato inammissibile il ricorso per mancata produzione della delibera impugnata o quanto meno di documentazione idonea a dimostrare il tentativo di reperirla precisando che la produzione della sola copia della domanda di trasferimento “non appare sufficiente per dimostrare la sussistenza di una controversia tra le due società che, invece, si ritiene si sarebbe potuta ritenere dimostrata solo mediante la produzione di un atto giudiziale e/o stragiudiziale di contestazione della mancata concessione del nulla osta”. (Terlizzi/FPI)

Leggi il comunicato completo cliccando qui