coni logo

CONI: disapplicazione dell’aggravante priva di trattazione specifica

Con Decisione n. 62 del 13.12.2016 il Collegio di Garanzia dello Sport del CONI a Sezioni Unite ha chiarito che nell’ipotesi in cui la Corte Federale accolga il ricorso della Procura Federale, relativamente all’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S. della F.I.G.C., la stessa non può essere presunta da una “complessiva lettura del gravame”. Nel caso specifico, infatti, la richiesta di applicazione di aggravante, era stata richiesta solo nelle conclusioni, mentre non era stata esplicata ed illustrata nella parte motiva. In tal caso, come ha stabilito il Collegio, la decisione relativa all’applicazione dell’aggravante va riformata in quanto “si tratta di una statuizione che, per la sua genericità, non può ritenersi sufficiente a giustificare l’applicazione della richiesta aggravante“.   (Fernando Antonio Arbotti/FIGC).

http://www.coni.it/images/collegiodigaranzia/2016/Decisione_62-2016_-_ricc.__49-2016_e_51-2016_-_Arbotti_e_Impellizzeri-FIGC.pdf