coni logo

CONI: Tempestività del ricorso

Con Decisione n. 67 del 3 ottobre 2018 il Collegio di Garanzia dello Sport del CONI intervenendo sul ricorso presentato congiuntamente da alcuni tesserati della Federazione Italiana Sport Invernali avverso la decisione della Corte Federale d’Appello che aveva rigettato il ricorso proposto in secondo grado si è pronunciato in merito all’eccezione di tardività del ricorso sollevata dalla FISI che riteneva non tempestivo il ricorso per difetto di prova in ordine al giorno di piena conoscenza dell’esito negativo dell’esame, successivamente impugnato dai ricorrenti, rigettando l’eccezione formulata, precisando che “la pubblicazione sul tabellone degli esiti delle singole prove, in quanto seguita da “ufficializzazione dei risultati” mediante sottoscrizione di apposito verbale da parte della Commissione, costituisce un atto meramente endoprocedimentale, come tale non idoneo a formare oggetto di impugnativa ed a rappresentare il dies a quo del termine decadenziale di trenta giorni previsto dall’art. 33, comma 2, del Regolamento di Giustizia FISI”. (Armari+altri/FISI)

Leggi il comunicato completo cliccando qui