Tribunale Federale Nazionale figc

FIGC: condotta antisportiva/violenta

Con C.U. n. 115 del 20.04.2016 la Corte Sportiva d’Appello ha ridotto la squalifica di tre giornate inflitta ad un calciatore ai sensi dell’art. 19, comma 4, lett. b), dal momento che la condotta non presenta i presupposti della condotta violenta. Infatti, il gioco in svolgimento, la presenza del pallone nelle mani del portiere, la volontà di proteggere la palla dal sopraggiungere di un calciatore avversario, la tenuità della gomitata, nonché l’assenza di conseguenze dannose per il giocatore colpito, di proteste e precedenti del reo hanno permesso la gradazione della pena, riqualificando la condotta in “Scomposta, gravemente antisportiva ma non deliberatamente violenta”. (Hellas VeronaRafael/FIGC)

http://www.figc.it/Assets/contentresources_2/ContenutoGenerico/6.$plit/C_2_ContenutoGenerico_2532042_StrilloComunicatoUfficiale_lstAllegati_0_upfAllegato.pdf