figc calcio notizie

FIGC: Misure di prevenzione dei comportamenti violenti.

Con C.U. n. 10 del 25 luglio 2017 la Corte Sportiva d’Appello della FIGC è intervenuto sul reclamo proposto da un’affiliata avverso la decisione del Giudice Sportivo con la quale veniva inflitta alla reclamante la sanzione dell’ammenda per avere i propri tifosi introdotto e acceso numerosi fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco. La Corte, preso atto dei motivi addotti dalla società con i quali rilevava di aver adottato di tutte le misure idonee al fine di evitare siffatti eventi, ha rigettato il ricorso precisando che “l’insostenibilità delle tesi difensive esposte dalla reclamante trova suffragio nella stessa formulazione letterale dell’invocato articolo 13, comma 1, lettera a), C.G.S. […] la prefata disposizione presuppone, in altri termini, che le misure organizzative e di gestione adottate dalla Società siano concretamente ed effettivamente idonee alla prevenzione dei comportamenti violenti serbati dai propri sostenitori in violazione dell’art. 12 C.G.S.”. (U.S. Lecce/FIGC).

http://www.figc.it/Assets/contentresources_2/ContenutoGenerico/31.$plit/C_2_ContenutoGenerico_2538592_StrilloComunicatoUfficiale_lstAllegati_1_upfAllegato.pdf